Olio di CBD

Olio di Canapa CBD

Olio di canapa ed olio di CBD sono uguali?

Olio di Canapa CBD

Alla scoperta di due tra gli innumerevoli utilizzi della pianta di canapa

 Se pensiamo ad una pianta di cannabis la parte più pregiata che viene in mente riguarda, senza dubbio, i fiori. Contenenti minuscole ghiandole, dette tricomi, che formano strutture cristalline producenti terpeni e cannabinoidi, inglobati in una resina viscosa.

Da queste gemme preziose si produce il CBD oil grazie al loro alto contenuto di CBD ma, al contempo, alla minima quantità di THC, il principio attivo più famoso e ricercato della pianta.

 Visitando i vari CBD shop è facile constatare come tali negozi tendano, per la maggior parte, a raffinare l’estratto di CBD con oli vettori, come l’olio di semi di cannabis o l’olio extravergine di oliva. In questo modo forniranno al consumatore un’esperienza discreta e gradevole.

 L’effetto riscontrabile è di assoluto rilassamento e l’assunzione è, come si suol dire, semplice come bere un bicchiere d’acqua. Difatti, basterà rilasciare qualche goccia di olio CBD (acronimo di cannabidiolo) in una bevanda o in qualsiasi pasto. L’unico distinguo tra un olio e l’altro, però, è osservabile nella sua percentuale di principio attivo, che in svariati CBD shop oscilla tra il 2,5% ed il 20%.

 Per olio di cannabis, invece, si intende un prodotto ricavato esclusivamente dai semi della canapa, in quanto gli stessi sono pieni di proteine e acidi grassi omega-6 e omega-3, ma scarni di cannabidiolo. Grazie al suo alto contenuto di fosforo (110mg di fosforo per 10g di semi) preserva la salute di denti ed ossa, aumentando i livelli di energia di chi lo assume. Nell’olio di canapa è presente anche il potassio (90mg di potassio per 10g di semi) che previene i disturbi renali e cardiaci, oltre a contribuire alla salute muscolare e cerebrale.

 L’olio di canapa viene prodotto in una pressa a freddo e, da esso, ne deriva un edibile dall’alto potere nutrizionale. Oltre a ciò, è possibile farne svariati utilizzi, che spaziano perlopiù dai cosmetici alle ricette di cucina.

 Tirando le somme, quindi, la differenza sostanziale tra questi due oli sta nella loro composizione chimica: l’olio di CBD è composto da terpeni e cannabinoidi, mentre l’olio di canapa ne è sprovvisto. Ciò non toglie, però, che entrambi sono ideali per affiancarli ad una dieta equilibrata, seppur con effetti leggermente diversi.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *